Il serbatoio del GPL va tenuto monitorato?

I controlli periodici pianificati per le auto con motore GPL sono identici a quelli previsti per i veicoli a benzina. In termini pratici, questo implica che è possibile eseguire il tagliando ogni 15.000 km o annualmente. La legge italiana non richiede alcuna revisione dell’impianto GPL ma la semplice sostituzione delle bombole ogni 10 anni.

Il GPL è più ecologico?

Certamente! L’utilizzo di gas GPL, per la sua natura chimica, permette una riduzione delle emissioni di CO2 prodotte, rispetto a quelle generate da un motore a benzina. Questa differenza porta a un miglioramento complessivo dell’impronta di carbonio a favore del GPL.

Ci sono abbastanza stazioni GPL dove fare il pieno? 

In Europa, una su quattro stazioni di servizio offre il GPL come opzione di rifornimento. Nel caso tu voglia programmare i tuoi viaggi in anticipo, esistono varie app che ti permettono di individuare facilmente le stazioni di servizio che forniscono GPL. E nel caso in cui non dovessi trovare il GPL, ricorda che la tua […]

Il GPL è tossico? è Sicuro?

Il gas GPL è privo di benzene e di piombo dannosi per l’ambiente e la salute. Si presenta come una sostanza incolore e non tossica. Poiché è conservato in fase liquida, il serbatoio non richiede una pressione elevata, misurata tra i 5 e 30 bar. Quindi, il GPL rappresenta un carburante assolutamente sicuro.

Il GPL incide sulla vita utile del motore?

La combustione più pulita associata a questa tecnologia consente all’olio motore di mantenere le sue proprietà per un periodo più prolungato. In aggiunta, il maggiore numero di ottani del GPL aiuta a ridurre le vibrazioni del motore.