I motori elettrici sono più efficienti dei motori a combustione interna perché hanno un tasso di conversione dell’energia più alto e meno perdite per attrito e calore. I motori a combustione interna hanno un’efficienza massima che si attesta intorno al 35%, mentre i motori elettrici superano il 90%. Questo significa che sono molto più efficienti ed avendo meno parti in movimento sono molto più affidabili anche perchè non hanno bisogno di cambiare rapporti di trasmissione, riducendo gli attriti meccanici e idraulici.